※上記の広告は60日以上更新のないWIKIに表示されています。更新することで広告が下部へ移動します。

ATENE (Reuters) - Il centro di Atene è stato teatro di scontri tra la polizia greca e i manifestanti che hanno lanciato molotov e pietre oggi, nel giorno del nuovo sciopero generale contro le misure di austerity.

Nel secondo sciopero in tre settimane, circa 40.000 persone sono scese in strada nella capitale nel tentativo di dimostrare ai leader Ue riuniti a Bruxelles che la nuova ondata di tagli potrà solo peggiorare i loro problemi dopo cinque anni di recessione.

La tensione è salita alle stelle quando un gruppetto di manifestanti ha cominciato a lanciare pezzi di marmo, bottiglie e molotov contro la polizia che stava transennando parte della piazza antistante il Parlamento, costringendo gli agenti a usare i lacrimogeni per disperderli.

Un manifestante di 65 anni è morto di infarto, come riferito a Reuters da fonti ospedaliere. Altre tre persone sono rimaste ferite e la polizia ha arrestato circa 50 manifestanti accusati di aver attaccato gli agenti.

La maggior parte dei negozi e dei servizi pubblici sono stati chiusi all'inizio dell'agitazione di 24 ore indetta dai due principali sindacati del Paese, Adedy e Gsee.

E' la terza volta da settembre che decine di migliaia di greci scendono in piazza con striscioni, scandendo slogan per dare sfogo alla propria rabbia contro le politiche di austerity imposte dai creditori di Ue ed Fmi in cambio di aiuti.

Alcuni, sventolando bandiere greche, spagnole e portoghesi gridavano: "Fuori l'Ue e l'Fmi".

La Grecia è alle prese con la peggior crisi dalla seconda guerra mondiale e deve realizzare tagli per almeno 11,5 miliardi e mezzo per soddisfare le richieste della Troika (composta da Commissione Ue, Banca centrale europea e Fmi) e assicurarsi così la prossima tranche di aiuti.

I leader dell'Ue tenteranno di mediare le loro differenze sui piani per un'unione bancaria nei due giorni di summit che iniziano oggi, ma non sono attese decisioni sostanziali.

  • Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia